Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS)


Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS)
0

Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS).

Lo slittamento del termine, si è reso necessario per le difficoltà incontrate dagli enti, nella stesura di uno Stato Patrimoniale coerente con l’attività sociale e soprattutto che tenga conto di una eventuale devoluzione allo stato in caso di scioglimento.
Pensato anche per facilitare gli enti che ancora devono provvedere ad apportare le modifiche allo statuto con l’assemblea ordinaria, successivamente ricordiamo non sarà più possibile modificare gli statuti con l’assemblea ordinaria, ma necessiterà l’intervento del notaio in assemblea straordinaria per superare i controlli da parte degli uffici del Runts.
Il 23 novembre 2021
Avrebbe dovuto quindi iniziare la fase di trasmigrazione dei dati degli enti iscritti alla data del 22 novembre 2021 nei registri delle:
organizzazioni di volontariato (ODV) e delle
associazioni di promozione sociale (APS) verso il nuovo RUNTS.
Al trasferimento, seguirà la verifica delle singole posizioni da parte degli uffici statali e regionali.
Per le ONLUS, l’Agenzia delle Entrate concorderà con il Ministero le modalità di  comunicazione al RUNTS dei dati e delle informazioni degli enti iscritti alla relativa anagrafe alla data d’iscrizione.
Sempre dal momento in cui partirà effettivamente il RUNTS ricordiamo che non sarà più possibile richiedere l’iscrizione ai registri delle ODV e delle APS o all’anagrafe delle Onlus.

Gli enti di nuova iscrizione

Potranno richiedere l’iscrizione al RUNTS esclusivamente in via telematica sul portale dedicato, realizzato in collaborazione con UNIONCAMERE, raggiungibile dalla pagina www.lavoro.gov.it, oppure potranno rivolgersi ad un  Commercialista Iscritto all’Ordine Provinciale, per eseguire correttamente tutte le procedure in relazione alle caratteristiche soggettive dell’ente da iscrivere.

Abbiamo già avuto modo di approfondire il nuovo testo dello Statuto da Adottare per gli enti del terzo settore, nel precedente articolo in questa occasione vogliamo concentrarci sulla necessita di redigere uno Stato Patrimoniale dell’ente, redatto alla data di iscrizione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

A tutela della governance dell’ente,

Sarà necessaria anche la nostra attività di Revisione Legale, per convalidare i requisiti ed attestare la congruità dello Stato Patrimoniale.

Ricordiamo che in caso di scioglimento dell’ente, il patrimonio andrà devoluto allo Stato per scopi sociali.

Per ogni approfondimento su forme e modalità di iscrizione al RUNTS fate riferimento a questo interessante articolo dal sito cantiereterzosettore.it.


[wpforms id=”2832″]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: