Rendite Passive & Trading Enoico

Comprare e vendere vino sul market on line, stoccarlo e riceverlo a casa quando si vuole, è ormai una pratica nota l’attività riguarda il mercato secondario dei fine wine.

I più esperti invece possono investire nei fine wine, che resta un’attività redditizia in continua espansione, necessita però una buona dose di conoscenza e qualche risparmio da investire.

Magari concentrandosi sui vini italiani che, come rivela il report “The Fine Wine Market in 2020” del Liv-Ex, la piattaforma di riferimento del mercato secondario dei grandi vini del mondo, nell’anno 2020 i vini italiani hanno raddoppiato la loro quota di mercato, passata dall’8,8% del 2019 al 15,3%.

Come si concreta l’attività

L’approccio al mercato dei vini pregiati e da collezione, avviene tramite le piattaforme on line, infatti ce ne sono diverse, tutte pensate, però, per trader professionisti.

Per i neofiti, invece, può essere una, app dedicata all’investimento online in vini pregiati per trader, collezionisti e appassionati, la quale permette di approcciare uno dei mercati più dinamici e in crescita anche a chi ci si avvicina da neofita.

L’app rappresenta una vera e propria finestra sul Wine trading, attraverso la quale si ha la possibilità immediata e concreta di acquistare vini o effettuare investimenti, a partire da cifre contenute fino a selezioni del valore di diverse decine di migliaia di euro.

Inoltre, l’acquirente gode della più totale libertà di scelte grazie alle app dei produttori di vini: può vendere il vino sul market on line o riscattarlo, facendolo arrivare a casa propria in qualsiasi momento, dopo averlo stoccato in sospensione d’Iva nei magazzini.
L’app consente di operare nel mercato del vino da investimento.

Le due tipologie di approccio

La prima è “Collections”, offre l’opportunità di accedere ad assortimenti di vini suddivisi per budget ed orizzonti temporali d’investimento calibrati. La modalità ideata principalmente per i neofiti, consente di conoscere i vini e le principali meccaniche del mercato e di iniziare a creare un portfolio equilibrato di fine wines.

“Market on line” permette invece di operare in un vero e proprio wine market in tempo reale, navigando fra centinaia di eccellenze dove è possibile acquistare direttamente al prezzo di mercato o fare un’offerta, senza investimenti minimi richiesti.
A rendere tutto funzionale e sicuro, è l’alta tecnologia caratterizzante ogni passaggio del processo.

Ciascuna cassa di vino viene etichettata e sigillata con un tag NFC e tutte le transazioni vengono registrate su blockchain, garantendo così la totale inviolabilità del prodotto. Molti produttori di vino stanno migrando verso le società agricole di benefit, sia per garantire la filiera produttiva e sia per consentire il rispetto dell’ambiente ove operano.

Le casse di vino sono conservate in magazzini localizzati strategicamente in prossimità delle regioni di produzione ovvero trattenute dal produttore, sono dotate di tecnologie avanzate, capaci di garantire temperature, umidità e sicurezza ideali.

Drop shipping fine wine

Il sistema alla base riguarda la naturale evoluzione del drop shipping prevede inoltre lo stoccaggio in sospensione d’Iva, infatti il cliente investitore compra una opzione d’acquisto che dovrà essere versata solo al momento di eventuale riscatto del vino e limitatamente al suo prezzo d’acquisto, non sull’attuale valore di mercato.
Il mercato del trading di vino è in grande espansione, genera ritorni superiori ad altri asset ed è poco influenzato dalla volatilità dei mercati finanziari tradizionali.

Per questo, ci si convince che possa permettere un nuovo approccio negli investimenti, rendere accessibile a chi vi si avvicina per la prima volta operare nel mercato del wine investment e al contempo, offrire uno strumento efficace e funzionale ai più esperti.

Da un lato quindi l’europa tenta di penalizzare i prodotti Italiani con il semaforo rosso, dall’altro l’informatica avvicina i produttori agli investitori ed i clienti.

L’argomento trattato non rappresenta una consulenza specifica e tantomeno vuol rappresentare una linea guida nel mercato dell’investimento alternativo o per la ricerca di nuovi asset, ma più semplicemente vuole informare sulle opportunità di business accentuale dallo smart working forzato.

Per approfondimenti e pareri scritti gratuiti potete usare la form che segue.